CATANIA

Città metropolitana e assai vitale situata alle pendici dell’Etna, più volte distrutta e ricostruita in seguito a terremoti ed eruzioni vulcaniche, vanta uno splendido centro storico barocco dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

La città nera, così chiamata per l’utilizzo urbanistico della pietra lavica, fu fondata nel 729 a.C. dai Calcidesi e gode di un passato glorioso, le cui testimonianze ne arricchiscono il patrimonio artistico, architettonico e culturale.

Sotto la dinastia aragonese fu anche capitale del Regno di Sicilia.

Oggi Catania è famosa per la sua frenetica vita notturna. Caffè e locali sono affollati dagli studenti ed ospitano spesso musica dal vivo. In genere i locali sono aperti fino alle 3 del mattino. Le aree più animate sono quelle di Piazza Bellini, Via Santa Filomena, Via Penninello, Via Montesano, San Giovanni Li Cuti e il lungomare della Playa.

 

Cosa vedere

Piazza Duomo

La maestosa piazza in pietra lavica, realizzata dal Vaccarini nel XVIII secolo, vanta sontuosi edifici, la Fontana dell’Amenano (omaggio al fiume sulle cui rive i greci fondarono la città di Katane) e la Cattedrale di Sant’Agata, la quale presenta sulla facciata una serie di colonne romane. Essa ospita le reliquie di San’Agata, la cui straordinaria festa si svolge il 5 Febbraio. Al centro della piazza è sito il “liotru”, elefante in pietra lavica che sorregge un obelisco egiziano. Narra la leggenda che la statua fosse usata dal mago Eliodoro per difendere la città dalle insidie del vulcano. Oggi l’elefante costituisce il simbolo dell’identità cittadina.

Pescheria

Pittoresco e animato mercato del pesce, situato alle spalle di Piazza Duomo, che si svolge tutte le mattine dal lunedì al venerdì.

Porta Uzeda

Storica porta del XVII secolo che collegava la città con il porto.

Via Etnea

L’arteria principale della città, ricca di edifici barocchi e caffè, dalla quale è possibile ammirare il vulcano. Percorrendola in direzione nord si incontrano il Palazzo dell’Università, il Palazzo Sangiuliano, la Collegiata, le rovine dell’anfiteatro romano e i sontuosi giardini di Villa Bellini.

Museo Belliniano

La dimora del celebre compositore catanese, Vincenzo Bellini, offre una ricca collezione di spartiti e cimeli appartenenti al musicista.

Teatro Bellini

Sontuoso e principale teatro della città dedicato a Vincenzo Bellini, autore de La Sonnambula, Norma, e I Puritani. Ricco il cartellone della stagione operistica e classica.

Teatro Romano e Odeon

Rovine del glorioso passato romano della città.

Via Crociferi

La via del barocco, ove sorgono la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di San Benedetto e la Chiesa di San Giuliano.

Chiesa di San Nicolò l’Arena

Monumentale edificio che presenta al suo interno una meridiana ed un sontuoso organo. un Accanto alla Chiesa è sito il Monastero dei benedettini, il secondo più grande in Europa, oggi sede della Facoltà di Lettere e Filosofia. Al sui interno sono presenti chiostri e prestigiose biblioteche.

Castello Ursino

Un tempo circondato dal mare, fu poi separato da esso dall’eruzione del 1693. Oggi il castello è sede del Museo Civico, il quale ospita la prestigiosa collezione archeologica dei principi Biscari, con importanti testimonianze della classicità.

Casa di Giovanni Verga

Palazzo del XIII secolo in cui visse lo scrittore catanese. Al suo interno sono presenti arredi, libri e ritratti del celebre verista.

Le Ciminiere

Centro culturale contemporaneo, nato dal restauro di un’ex raffineria di zolfo, oggi presenta al suo interno il Museo Storico dello Sbarco in Sicilia e il Museo del Cinema.